Cicloturismo in Franciacorta. 5 percorsi consigliati dalla Strada del Vino

Paradiso degli amanti del buon vino e meta sempre più ambita da chi è in cerca di un soggiorno rigenerante, la Franciacorta è da qualche anno al centro di numerose proposte di turismo attivo atte a valorizzare un territorio naturalmente ricco e florido di bellezze.

L’ente promotore Associazione Strada del Franciacorta ha mappato 5 itinerari cicloturistici, splendidi percorsi che si snodano attraverso vigneti, rinomate cantine, antichi borghi, castelli medievali per permettere di godere di punti di osservazione unici. Siamo felici di mostrarteli e ti invitiamo ad andarli a conoscere in sella alla tua bicicletta.

In sella alla scoperta dei migliori scorci della Franciacorta

Satèn, Pas Dosé, Brut, Rosé, Extra Brut. Non potevano che chiamarsi così i 5 percorsi cicloturistici istituiti dalla Strada del Vino, che riecheggiando le varie tipologie di Franciacorta DOCG ci guidano alla scoperta dei migliori scorci di questa oasi di relax.

Iniziamo dal percorso giallo (Satèn), che da Iseo ci porta ad ammirare le Torbiere del Sebino e il Santuario Madonna della Neve di Adro in un percorso ad anello di circa 30 km. Bellissima la pedalata tra i vigneti nei pressi di Nigoline, Adro, Monterotondo e Provaglio d’Iseo. Chi lo desidera può effettuare una leggera deviazione e contemplare Palazzo Torri e la Chiesa di Sant’Eufemia di Nigoline.

Il secondo itinerario è quello blu (Pas Dosé). Partenza e arrivo fissati all’Abbazia Olivetana Santi Nicola e Paolo VI di Rodengo Saiano, uno dei più importanti monasteri d’Italia di cui consigliamo assolutamente la visita. Altro monumento storico da non perdere è il Monastero di San Pietro in Lamosa, che si raggiunge dopo una bella biciclettata attraverso Monticelli Brusati, Provezze e Provaglio d’Iseo. Il tour prevede il passaggio da Camignone e Passirano, dove è ospitata la maestosa villa quattrocentesca Catturich Ducco.

Il terzo itinerario è contrassegnato dal colore verde (Brut) e ha come punto di partenza e ritorno Clusane d’Iseo. Lungo il tragitto potrai godere di interessanti colpi d’occhio sulla sponda sud del lago d’Iseo (confine Sarnico - Paratico), sul fiume Oglio e sulle colline della Valcalepio.

Nel quarto percorso, quello rosso (Rosé), dopo lo start a Erbusco ci troviamo subito faccia a faccia con una doppia incredibile meraviglia: villa Lechi e il palazzo Longhi de Carli. Bornato e Rovato con i loro castelli e il Convento dell’Annunciata sul Monte Orfano sono tra i gioielli che incontrerai lungo la pedalata.

Quinto e ultimo percorso quello nero (Extra Brut). Basta citare la location di partenza per figurarsi in anteprima lo splendore di questo tour: Piazza Loggia a Brescia. Dopo esserti innamorato della più famosa delle tre piazze centrali di Brescia, via in sella verso via San Faustino e il quartiere Torricella fino a raggiungere l’elegante paese di Cellatica con il famoso Santuario della Madonna della Stella. Tra case medievali e palazzi rinascimentali attraversiamo Gussago, passiamo dall’Abbazia di Rodengo e di nuovo da Cellatica per fare ritorno a Brescia. E magari concederci un meritatissimo “pirlo”.

Disponibili sul sito ufficiale del consorzio mappe e percorsi in formato GPX.