I migliori scorci del Garda trentino da scoprire in bici

Lago di Garda, un luogo che affascina 356 giorni l’anno. Un territorio magico che offre paesaggi indimenticabili con qualsiasi stagione e in qualsiasi condizione atmosferica e che rappresenta la meta ideale sia per chi è in cerca di relax, sia per gli appassionati di vacanze attive.

Tantissimi i percorsi a disposizione dei ciclisti. Dal giro del lago di circa 150 km agli affascinanti sentieri di Tignale da percorrere in MTB, dalla tranquilla ciclabile lungolago che collega Desenzano a Sirmione sino alla “sorella” Peschiera - Lazise - Bardolino, infinite sono le possibilità per chi vuole concedersi una pedalata più o meno impegnativa a pochi passi dalla riva.

Con l’articolo di oggi vogliamo consigliarti alcuni dei migliori scorci del Garda trentino da scoprire in sella alla tua bici. Uno sconfinare oltre la provincia di Brescia che vale assolutamente la pena di sperimentare!

Garda trentino in bici: giro della Busa

La “Busa” è la zona pianeggiante a nord del lago di Garda che tocca i comuni di Riva, Arco e Torbole. I tre paesi sono uniti da un itinerario ad anello molto breve (circa 16 km), alla portata di tutti. A seconda delle varianti, il giro ti condurrà attraverso alcune delle zone più belle del circondario: alcuni tratti della ciclabile del Sarca, la frazione di Varone con le sue cascate, l’abitato di Bolognano con l’antica chiesetta di San Floriano e con un superlativo colpo d’occhio sull’intera Busa. Un viaggio che merita assolutamente di essere immortalato sul tuo smartphone!

Il tragitto può essere percorso anche in MTB o con una city bike, e prevede il passaggio su piste ciclabili, asfalto, sterrato ben battuto. Se si viaggia con bambini, fare attenzione alla salita da Torbole a Nago (pendenza media 10% per 1,5 km circa di lunghezza) sempre esposta al sole.

Valle di Cavedine

Ci spostiamo un po’ più in alto alla scoperta di un gioiello trentino: la Valle di Cavedine con il suo lago omonimo, un’oasi di pace e di serenità.

Partenza da Arco, e poi via lungo la ciclabile del Sarca seguendo il tuo GPS. Il Castello di Drena ti segnala che sei quasi arrivato: dopo circa 2 km di strada provinciale Sp84 eccoti finalmente di fronte allo stupendo laghetto! Dopo aver ammirato il magnifico scenario naturale, fiancheggia il lago, attraversa il ponte, segui le indicazioni per la pista ciclabile e poi dirigiti in direzione Dro. Lì riprendi la ciclopedonale fino ad Arco e… ce l’hai fatta!

Riva - lago di Tenno

Concludiamo l’articolo con il giro in bici verso il lago di Tenno. Un percorso che suggeriamo a chi ha le gambe più allenate, ideali per affrontare tratti impegnativi come la salita verso Varone.

Il percorso regala scorci tipici da paesaggio mediterraneo, con la presenza di olivi secolari e piante di origano. Anche in questo caso puoi prendere diverse strade e allungare il giro come desideri, ad esempio sino al Passo del Ballino.

Qualsiasi itinerario tu scelga, ti consigliamo una sosta ristoratrice in riva al lago di Tenno. Uno specchio azzurro tutto da ammirare in un contesto naturale incontaminato, ideale per rinfrancare mente e corpo.

Ti sono piaciuti i nostri consigli? Condividi l’articolo nelle tue pagine social!